40 giorni da volontaria a Prema Vasam

Si chiama Pamela, ha 23 anni e vive vicino Perugia. Sta preparando la laura di primo livello in Scienze della comunicazione e, l'argomento del suo lavoro riguarderà la legislazione a tutele dei diritti dei Dalit.
Per preparare questo suo importante lavoro ha deciso di fare una esperienza diretta sul posto. Per questo motivo ci ha contattati ed ha scelto di soggiornare per 40 giorni con i ragazzi di Prema Vasam condividendo i loro problemi e le loro speranze.
Ha incontrato molte persone, ha visitato i villaggi rurali, ha parlato con i Dalit e con chi ha iniziato progetti per la loro tutela.
Ha fatto un lavoro splendido ma soprattutto é riuscita ad integrarsi con grande rispetto e delicatezza.
Questo il resoconto delle sue emozioni.

"Un velo di nostalgia ha celato questa bellissima esperienza ed ogni giorno di più ho paura di spostare quel velo perchè cosciente di non poter rivivere al momento le stesse emozioni. Cosí le lascio lí, quasi volessi congelarle. Sapevo che sarebbe successo, ad essere sinceri ci speravo.
Questo viaggio per me é stato prima di tutto un voler investire su me stessa, il raggiungimento di un piccolo traguardo sulla base di una necessità che avvertivo ormai da tempo. Ai miei amici, che si sono interrogati a lungo sulle motivazioni che mi hanno spinta a partire sola, incontro ad una realtà completamente sconosciuta, rispondevo che avrei portato me stessa! Ora, posso dire che non avrei potuto rispondergli altrimenti. Quel presentimento che niente, se vogliamo, é cosí lontano da noi e dalle nostre possibilità si é fatto concreto giorno dopo giorno. La paura di non essere all'altezza é presto svanita facendo spazio ad un susseguirsi di emozioni nuove, forti, accompagnate da una gioia che ho avvertito fin dal primo giorno e che mi sono portata dentro per tutto il resto della mia permanenza a Prema Vasam.
Una gioia che mi ha permesso di trascorrere un Natale particolare, lontano dalle luci, dai grandi addobbi e dalle corse frenetiche, certamente lo ricorderò come il Natale più autentico!
L'impatto é stato forte, vivendo lí ho capito che la povertà non ha davvero alcun limite, ho visto come gli uomini riescano a sopravvivere in condizioni miserabili senza per questo rinunciare alla propria dignità. Un Paese in cui si avverte l'esistenza di due mondi, due opposti che vanno di pari passo la cui vicinanza é a dir poco stridente, grande ricchezza e terribile povertà.
Ciò nonostante, ho trovato questa gente estremamente ospitale e di una generosità oltre misura. Vivono con poco, e la cosa sorprendente é che sanno offrirti anche quel poco.
Con queste premesse non ci vuole molto a capire che i 40 giorni trascorsi a Prema Vasam sono stati straordinari;sono stati i bambini a prendersi cura di me, i disagi e le scomodità diventano dettagli quando vivi a contatto con loro e quando riesci a capire che puoi sentirti a casa pur essendo cosí lontana. Mi é bastato alzare gli occhi per capire che i bambini di Prema Vasam sono davvero dei privilegiati,hanno trovato una casa, delle cure, la possibilità di studiare e di avere un futuro.
Conservo il loro ricordo, i loro occhioni e li porto con me,tutti,insieme alla speranza di poterli ancora rivedere e rivivere!"

pamela1.jpg
Pamela con Mumtaj e Andreadoss
pamela2.jpg
Pamela e Suor Paolina
pamela3.jpg
Pamela con Br. Jesudoss e un avvocato esperto nella tutela dei diritti dei dalit.
pamela4.jpg
Pamela distribuisce i regali di Natale a Prema Vasam
pamela5.jpg
Pamela e il suo fidanzato ufficiale:
Karthik
pamela6.jpg
In cucina con
Mumtaj
pamela7.jpg
Pamela e la Sig.ra Fiorella
pamela8.jpg
Pamela con i piccoli di Prema Vasam: Vidhjai, Karthik, Sneha, Mimmo

Associazione di Volontariato per l'Adozione ed il Sostegno a distanza.
Via A. Aubry, 1 - 00195 Roma (Italy) Info: 347/7797391 - 0683396106
indirizzo email:[email protected]
Cod. Fiscale: 97230900587